menu

These are some wineries that taxiorvieto.com recommends

 

AZIENDA AGRICOLA PALAZZONE – ORVIETO

In 1969 the Dubini family bought the property “Palazzone”, constructed by Cardinal Teodorico at the bidding of Pope Boniface VIII as a hostel for pilgrims on their way to Rome to celebrate the Jubilee of 1300 A.D. Today after a restoration with respect for the noble architecture, “Palazzone” is a boutique hotel with elegant suites. The hilly portion of the land adjacent to Rocca Ripesena, with its superb view of Orvieto on its majestic crag, consisted of sedimentary soil and clay. Angelo Dubini decided to plant 25 hectares to vines of varieties that he expected would make wine of great complexity and character. In 1982 his two sons, Giovanni and Lodovico, made the first small vintage from these grapes. In1988 their vintage was sufficient to justify the construction of a winery to process all their own grapes and also to organise and begin the commercial marketing of what is now “Palazzone” wine regarded as one of the most significant labels in Umbria.
CASTELLO DELLA SALA – Ficulle

castello_della_sala_ficulle

The Castello della Sala is located on a tuffaceous Appennino umbro (to 534 meters above sea level), not far from the border of Tuscany and about 18 kilometers from the historical city of Orvieto. E ‘beautiful medieval fortress, surrounded by ancient Etruscan hill town, halfway between the river Paglia and the peak of Mount Nibbio. The wines of Castello della Sala requiring aging, are aged in French oak barrels in the cellar 30 meters below the medieval castle that dates back to the fourteenth century.
TENUTA DECUGNANO DEI BARBI – ORVIETO

degugniano-high

The farm Decugnano dei Barbi, one of the most famous wine-producing area, located on a hill overlooking the cliff of OrvietoNel 1981 Barbi Decugnano of proposing the first bottle of Italian wine made from grapes attacked by the “noble rot” (botrytis cinerea), the manner of the famous wine of Sauternes in France: Pourriture Noble. The attention towards ever greater production quality is far from confirmed in 1988 for “The Red”, a complex characterized dall’affinamento wine in barrels for 24 months. In 1994 comes “The White”, with a larger amount of Grechetto the presence of the T34 clone Procanico, chardonnay and verdelho. In 2001, after an initial phase of the trial, comes into the market of the Pinot Noir, the latest family of wines Decugnano dei Barbi.

Queste sono alcune cantine che taxiorvieto.com consiglia

AZIENDA AGRICOLA PALAZZONE – ORVIETO
Alla fine degli anni ‘60 la famiglia Dubini acquista il podere “Palazzone” di Rocca Ripesena, individuato da Monaldo Monaldeschi della Cervara, storico di nobile famiglia orvietana, con quello fatto costruire nel 1299 dal Cardinale Teodorico, in occasione del primo Giubileo, come ospitalis per pellegrini. Oggi dopo un restauro rispettoso della sua nobile architettura, il “Palazzone” è un boutique hotel con eleganti suites. Su terreni di origine sedimentaria e argillosa, con una vista emozionante sulla rupe di Orvieto, sono stati impiantati 25 ettari di vigneto per produrre vini di grande complessità e carattere. A partire dagli anni Ottanta sotto la guida di Giovanni e Lodovico Dubini, piccole vinificazioni e imbottigliamenti hanno permesso di compiere esperienze necessarie per arrivare nel 1988, con la costruzione della nuova cantina a vinificare tutta la produzione e ad organizzare la commercializzazione, facendo diventare “Palazzone” una delle realtà più significative tra i vini dell’Umbria.
CASTELLO DELLA SALA – Ficulle

castello_della_sala_ficulle

Il Castello della Sala sorge su un promontorio tufaceo dell’Appennino umbro (a 534 metri s.l.m.), a poca distanza dal confine con la Toscana e a circa 18 chilometri dalla storica città di Orvieto. E’ bella fortezza medievale, circondata da antiche cittadine etrusche collinari, a metà strada tra il fiume Paglia e la vetta del Monte Nibbio.  I vini del Castello della Sala che richiedono invecchiameno, sono affinati in barrique di rovere francese nelle cantine medievali 30 metri sotto il Castello che risale al XIV secolo.
TENUTA DECUGNANO DEI BARBI – ORVIETO

degugniano-high

L’azienda agricola Decugnano dei Barbi, uno dei più rinomati produttori di vino dell’Umbria, sorge su una collina prospiciente la rupe di OrvietoNel 1981 Decugnano dei Barbi propone la prima bottiglia italiana di vino ottenuto da uve attaccate dalla “muffa nobile” (botrytis cinerea), alla maniera dei famosi vini di Sauternes in Francia: Pourriture Noble.
L’attenzione verso una produzione sempre di maggiore qualità è confermata dall’uscita nel 1988 di “
IL Rosso”, un vino complesso caratterizzato dall’affinamento in barriques per 24 mesi. Nel 1994 esce “IL Bianco”, con una maggiore quantità di grechetto, la presenza del clone T34 del procanico, chardonnay e verdello.
Nel 2001, dopo una prima fase di sperimentazione, entra in commercio il
Pinot Nero, ultimo arrivato della famiglia dei vini di Decugnano dei Barbi.

MENU